1 minuto di letturaProfessione ASO – Facciamo chiarezza

professione ASO formazione equipollenza

Formazione, equipollenza, mesi di lavoro, tirocinio: siamo bersagliati da tante, troppe, parole e informazioni in merito alla nostra professione… Facciamo chiarezza, togliamoci qualche dubbio!

Il nostro profilo professionale è stato riconosciuto nel 2018 con il DPCM del 9 febbraio: da quel momento per poter esercitare la professione di ASO è OBBLIGATORIO essere qualificati tramite un corso di formazione regolare o essere in stato di equipollenza, ossia avere lavorato come assistente per almeno 36 mesi nei precedenti 10 anni (prima erano 5) dal 21 aprile 2018.

Secondo la normativa attuale, fino all’aprile 2022, si potrà essere assunte/i anche senza questi requisiti se si otterrà la qualifica entro e non oltre 36 mesi dalla data di assunzione.

Pertanto – esempio pratico – una persona senza qualifica ne equipollenza che è stata assunta nel marzo 2021 deve regolarizzare la sua posizione entro 36 mesi ovvero entro il marzo 2024.

ATTENZIONE: chi possiede i 36 mesi negli ultimi 10 anni a partire dalla data di entrata in vigore del decreto del 9 febbraio 2018 ma non possiede i documenti comprovanti il lavoro come assistente deve frequentare un corso teorico di 250 ore (comprese esercitazioni pratiche) ma non il tirocinio.

Se non lo avete già fatto, vi consigliamo di leggere il nostro precedente articolo.

Speriamo di esservi stati d’aiuto!

1 minuto di letturaProfessione ASO – Facciamo chiarezza - Ultima modifica: 2021-11-30T17:23:51+01:00 da Raffaella Canovi